2 Maggio 2021

Il Potenza U 17 è da Principe: brillante manita al Foggia

di Marcello Milazzo

Under 17 Lega Pro: Potenza – Foggia 5-0

Genzano riconquista palla dopo una mischia

Non si smentisce la legge Under 17 del Potenza tra le mura di casa, sebbene stavolta il successo rotondo della squadra di Mariano Astudillo, non sia avvenuto al Viviani, bensì al Principe di Piemonte, in cui presumibilmente si svolgeranno tutte le partite casalinghe della squadra rossoblu, di questo girone F, formato oltre che dalla squadra lucana anche da cinque squadre pugliesi, dopo l’archiviazione del precedente campionato iniziato ad Ottobre.

Il Potenza Under 17 di Mariano Astudillo

Dopo i precedenti 2-1 difatti, contro Cavese e Paganese, nel vecchio format, il nuovo si è aperto domenica scorsa, con il buon pareggio a reti bianche ottenuto a Bari, mentre stavolta, nell’esordio ufficiale casalingo, il risultato è stato più rotondo di ogni previsione già positiva, con il pokerissimo finale, al termine di una partita ben condotta, ed in cui l’unico momento di appannamento s’è rilevato nella seconda metà del primo tempo.

La terna arbitrale di Potenza – Foggia

Due squadre disposte in maniera speculare dai due allenatori, visto che al già previsto 4-2-3-1 della squadra di casa, il Foggia di mister Acquaviva, rispondeva con lo stesso modulo, in un andamento di preparazione anch’esso parallelo per le due società, visto che anche i rossoneri, come d’altronde la formazione lucana, avevano iniziato gli allenamenti la scorsa settimana, ed anch’essi senza sostenere nessun test match di pre-campionato.

Avanzata di Rotunno sul versante destro

I molti momenti di pausa difatti, riscontrabili durante le ore e mezza di gioco, delle prime due partite delle due squadre, testimoniano appunto ciò, con una preparazione che ne condiziona parecchio la continuità di rendimento, sebbene la squadra di Astudillo comunque, abbia dimostrato sia domenica scorsa a Bari, che oggi, di saper tenere già bene il campo, in fase passiva, e non a caso, è con il Bari, l’unica squadra del girone, ancora a porta inviolata.

Genzano trasforma il rigore al 7′

Già nel primo tempo d’altronde, la formazione di casa, allungava il passo sin dai primi minuti, con l’accelerazione di Grimolizzi al 7′, sul lancio di Buglione, in cui il centravanti lucano, ha trovato l’opposizione fallosa di Calzolaio, inducendo l’arbitro Marongiu, all’assegnazione del penalty, che lo specialista Genzano, ha realizzato con freddezza, con la bordata nell’angolo sinistro, che ha spiazzato il portiere Leccese.

Buglione si districa dalla gabbia foggiana

La squadra di casa era entrata in campo come detto, con la difesa a quattro, che riscontrava il rientro nei ranghi di Carbone sulla fascia destra, mentre come due centrali erano confermati Faraula e Ciliberti, e Discianni che operava sul versante sinistro. L’affidabile duo di mediana, era come da due stagioni, Genzano e Buchicchio, con l’altro 2004 Buglione, che operava invece nel trio di trequarti, insieme a Rotunno e Lentini, ed alle spalle del recuperato Grimolizzi.

Di Lello (F) nella sua area, in anticipo su Faraula (P)

Gli ospiti invece, rispondevano con quattro variazioni rispetto alla partita persa contro il Bisceglie, ovvero gli innesti preannunciati del portiere Leccese e del centrocampista Minutelli, già molto in palla domeica scorsa, ed altre due novità, ovvero Dorio sulla fascia, e Rotoli, in mediana insieme al predetto Minutillo. Fronte offensivo invece confermato, con D’Aloia punta centrale, con alle spelle il tridente Lubrano, Coco e Cenicola.

Buchicchio realizza al 16′, dopo lo splendido assolo personale

Dopo il gol del vantaggio, il canovaccio del match non cambia, e la velocità delle puntate potentine, appare sorprendere la retroguardia foggiana, e così al minuto 16, arriva puntuale il raddoppio della squadra locale. Fa tutto lo scatenato Buchicchio, che dopo aver conquistato palla sulla linea di mediana da destra, scatta da solo in progressione, fa fuori due avversari in velocità, e dopo essere entrato in area, sull’uscita del portiere, lo trafigge con una bordata in diagonale sull’angolo opposto.

Duello tra Minutillo (F) e Buchicchio (P) in mediana

Un gol capolavoro, che però dopo qualche minuto sembra appagare la squadra lucana, per via di un calo di tensione, addebitabile sia ad una condizione atletica non ancora ideale, che alla buona reazione degli ospiti. Il Foggia difatti, sfiora per due volte la rete: prima al 32′ con una conclusione da destra in diagonale di Cenicola, che sfiora il palo, e dopo al 39′ quando un tiro da fuori di Minutillo, costringe il pronto Rossi, ad una splendida deviazione con la mano di rimando, oltre la traversa.

Festeggiamenti a Carbone al 53′ dopo la sua rete del 3-0

Nella ripresa tornava più tonica in campo la squadra di casa, ed al 53′ una ripartenza micidiale con il dialogo tra Buchicchio e Buglione, vede quest’ultimo lanciare sul versante sinistro e sullo stretto, il velocissimo Carbone, che entrato in aerea, conclude la sua corsa con una potentissima botta, che si insacca alle spalle dell’estremo difensore foggiano, permettendo così al terzino del Potenza, di bagnare il suo rientro, con la segnatura personale.

Al 73′ Grimolizzi, sigla il quarto gol potentino, con un tocco da sotto

L’espulsione per gioco falloso del centrale Calzolaio, mette dopo qualche minuto, la parola fine al match, che adesso finisce in discesa per i rossoblu. Al 73′ difatti, è il turno del meritevole Grimolizzi, di siglare la sua realizzazione personale, con un tocco lento, sull’uscita di Leccese. Il gol conclusivo invece, è opera del neo entrato Romano, che confermo l’ottimo impatto al match, firmando la manita conclusiva, con un doppio tocco in mischia, con cui da due passi, il n. 15 accompagna la palla nella rete sguarnita.

Il fallo da rigore, di Calzolaio (F) su Grimolizzi (P)

Riguardo alle prove dei ragazzi, affiatato come già detto, è sembrato l’asse di centrocampo, in particolare la coppia Buchicchio/Genzano, puntuale nelle coperture, ed assai attiva in fase di costruzione e nelle puntate in avanti, con il prezioso supporto tecnico centrale, garantito dal più avanzato Buglione. Per il resto, hanno assai convinto i rientranti Carbone e Grimolizzi, ma anche da sottolineare le buone prove di Rossi in porta, di Ciliberti in difesa e di Rotunno sul versante destro. Tra gli ospiti, da menzionare D’Aloia, che creava e si creava spazi, anche se non trovava oggi gli spiragli per pungere in fase realizzativa.

L’undici U 17 del Foggia, scherato in quel di Potenza

Rintracciato successivamente alle fine della contesa, il DT della squadra foggiana Giuseppe Giglio, faceva presente e rimarcava come, durante queste prime due partite sostenute dalla squadra foggiana, fosse stato fin troppo evidente, lo stato non avanzato di preparazione dell’undici pugliese, che ha cominciato ad allenarsi solo all’inizio della settimana scorsa, con evidenti limiti sulla tenuta atletica e sulla concentrazione, emersi in modo palese, durante l’intero corso dell’incontro odierno.

Mister Astudillo detta le disposizioni ai suoi ragazzi

Soddisfatto della prova dei suoi, con la solita moderazione che lo contraddistingue nelle analisi, il tecnico del Potenza, Mariano Astudillo, notava come la squadra, sotto certi versi, gli fosse apparsa più intensa e tonica, nel primo match di Bari, piuttosto che nella partita odierna. Anche nel caso dei lucani difatti, la preparazione andrà affinata, settimana dopo settimana, ed il calo d’intensità fisica e mentale, denotato in alcuni tratti dell’incontro, sono appunto addebitabili, allo start agli allenamenti piuttosto recente, fattore che a Bari è apparso compensato però, da quella “voglia di calcio” che faceva scalpitare il gruppo, al suo esordio, dopo il lungo stop.

Potenza U 17 – Foggia U 17 5-0 (2-0)

Potenza: 1 Rossi (12 Iacovino), 2 Carbone, 3 Discianni (18 Sisinni), 4 Genzano, 5 Ciliberti, 6 Faraula (13 D’Aniello), 7 Rotunno (17 Cristiano), 8 Buchicchio (16 Misuriello), 9 Grimolizzi (19 Fucci), 10 Buglione, 11 Lentini (15 Romano); Altri in panchina: 14 Ferramosca, 20 Cetani; Allenatore: Mariano Astudillo

Foggia: 1 Leccese, 2 Dorio, 3 Mancini (15 Carrozza), 4 Rotoli (19 Candela), 5 Calzolaio, 6 Di Lella, 7 Lubrano (16 Triunfo), 8 Coco (18 Bolognone), 9 D’Aloia, 10 Minutillo (14 Padovano), 11 Cenicola; Altri in panchina: 12 Capotosto, 13 Cannone, 17 Bambacaro, 20 Galano; Allenatore: Paolo Acquaviva

Arbitro: Marongiu sez. Potenza; Guardalinee: Luciano sez. Venosa e Saporito sez. Potenza

Reti: al 7′ Genzano (rig.), al 16′ Buchicchio, al 53′ Carbone, al 73′ Grimolizzi, al 90′ Romano

Note: Clima mite e cielo leggermente velato; Partita a porte chiuse; Ammoniti: Calzolaio (F), Faraula (P), D’Aloia (F); Espulso: Calzolaio (F) per fallo di gioco

 

Lascia un commento