31 Agosto 2022

A BORDO CAMPO Rubrica sul Calcio Giovanile

di Marcello Milazzo

Ritorna la rubrica infrasettimanale del portale-album web del Calcio Giovanile della Basilicata, denominata “A bordo campo”, in cui elaboriamo sintesi e commenti completi delle varie giornate dei campionati Under 17 ed Under 15 di Basilicata. Nel numero zero, della stagione 2022/23, incominciamo con la presentazione dei due tornei, e con l’analisi delle favorite e delle candidate alla vittoria finale.

Mai composizione della rosa delle varie squadre, ed operazioni tesseramenti, furono lunghi, travagliati e forse precari, come quella di questa stagione 2022/23, le cui vicende estive, sono state interamente caratterizzate, dall’arrivo del ciclone Potenza, che ha condizionato fino a questi ultimi giorni di Agosto, le varie scelte societarie, con nomi in entrata ed uscita, che sono ballati (e continuano a ballare) fino all’ultimo momento. Con squadre quindi delineate spesso di massima, ma talvolta non completamente definite.

Si è assistito quindi tra notizie rimbalzate su trasferimenti e tesseramenti, ad una mutazione continua degli eventuali assetti delle squadre delle categorie Under 17 ed Under 15, deputate a disputare i due tornei regionali, oltre all’incertezza dovuta anche ai forfait improvvisi ed ai ripescaggi dell’ultimora, che nel caso degli U15 ad esempio, hanno visto di seguito le defezioni di Melfi, Pressing Moliterno, Ferrandina e Beato Bonaventura, con i ripescaggi disposti per Palazzo S. S., Santamaria, Matheola e Pol. Tito.

Adesso comunque a soli tre giorni dai fischi iniziali (due se consideriamo che buona parte dei match saranno anticipati al sabato), è doverosa come tradizione, un’analisi delle squadre delle due categorie, stilando contestualmente anche la griglia delle favorite, e delle pretendenti al titolo regionale, della stagione in avvio, con la comparazione dei valori dei vari organici in esame.

La stagione 2021/22 (a due gironi), visse della doppia finalissima Invicta – Lykos

Partiamo dalla situazione un po’ più fluida, in termini di chiarezza sia sul valore d’organico che su eventuali pronostici, ovvero da quella del campionato regionale Under 17. Qui la griglia di partenza difatti, pone in prima fila giusto le due squadre che già si contesero il titolo nella finalissima della scorsa stagione (con il format che prevedeva due gironi), ovvero la Lykos di Scarfone e l’Invicta Matera di Stasolla.

Le due squadre difatti, mantengono anche in questa nuova annata, un vantaggio sulle altre, per via di svariati fattori. La squadra potentina difatti, vice campionessa regionale, quest’anno vanterà in organico un considerevole rientro di giocatori di classe 2006 e 2007 proveniente dai tornei nazionali, visto trasferimenti e svincoli disposti da Potenza e Picerno. Nella fattispecie difatti, fanno impressione i rafforzamenti con gli innesti dei vari Laurino, Rufrano, Ciliberti, Colangelo, Giosa, ecc., che andranno a completare una rosa, che oltre ai classe 2006 già in forza alla squadra nella passata stagione (Cirigliano, Lisanti e Mancusi), potrà disporre anche degli elementi 2006 e 2007 di derivazione Bonaventura (Pace, Russillo, Del Gesso, Buchicchio, ecc.).

Di contro i materani, campioni in carica, non solo hanno perso poco rispetto alla passata stagione (solo tre 2005 e Di Tursi passato al Foggia), ma ha acquisito l’ottima colonia di 2007 a sua volta campionessa negli U15, con gli arrivi dei vari Cirigliano, Miriello, Ragone, Fanuele, ecc., sebbene anche qui Vizziello e Tancredi siano approdati in nuove piazze (Potenza ed Andria), e con il “grande acquisto” del mantenimento in rosa di Saccomanni, miglior centrocampista della passata stagione. Il tutto condito dall’espertissima guida di Mister Stasolla, unico allenatore vincente rimasto in attività nei tornei giovanili (quattro allori regionali nel suo palmares).

Dietro le due in prima fila comunque, scalpita ad una sola incollatura, la forte Academy Policoro di Mister Iannella, squadra che oltre alla direzione stakanovista del tecnico policorese, vanta comunque una rosa di prim’ordine, visto che a qualche 2006 già in dotazione, quale ad esempio Grieco e Stigliano, ed un’invidiabile parco di classe 2007, già permanentemente utilizzati nella passata stagione nella squadra U17, come Flocco, Mastropierro, Marone, Sollazzo, ecc., adesso ha aggiunto quattro rinforzi d’eccezione, come i 2006 Corrado e Guerra, arrivati dal Real Metapontino, il prestantissimo 2007 romeno Avadanei, e l’altro attaccante 2007 Santarcangelo, anch’egli ex Real.

Il resto del plotone invece, vede in terza fila, ma comunque con organici di tutto rispetto, l’Hellas Vulture di Monaco e l’Asso Potenza di Limoncelli. La formazione rionerese difatti, vanta la solita pragmatica e ferrea disposizione tattica, con una difesa che brillerà tra i vari Viggiano e Rivarosa, supportata da un centrocampo che vedrà in Carriero e Colangelo dei grandi baluardi, sebbene manchi un vero e proprio realizzatore in avanti. L’Asso Potenza di Limoncelli, sarà sicuramente ariosa come nelle corde del suo condottiero, e sembra che potrà vantare dell’apporto di Di Pierro, con la sua fantasia, mixata alla sostanza in mediana di Zirpoli, e con i nuovi innesti di Mangino, Tricarico e Labanca, che apporteranno sia qualità che dinamismo all’organico.

Da non sottovalutare comunque, nell’analisi iniziale, per eventuali ruoli di outsider, anche il solito Real Metapontino, allenato quest’anno da Marino, che avrà in La Sala, Colodiuc, Staicu e Di Noia, i suoi elementi emergenti; poi la Franco Selvaggi di Montemurro, che sebbene abbia ceduto il suo bomber Andrisani al Bari, disporrà di un undici piuttosto completo, che oltre alla velocità bruciante di Rosmarino ed ai piedi educatissimi di Di Cuia, dovrà, rispetto alla passata stagione mostrare più tenuta ed equilibrio difensivo, per agganciare i piani altissimi; infine mai escludere lo Junior Lavello, che con Mister Alberti potrebbe fare un vero salto in avanti, considerando che sono attese grandi cose dal trio di trequarti Saccinto, Marsano e Massari.

L’analisi del prossimo campionato Under 15 invece, non è complicata solo per via dei trasferimenti in uscita direzione Potenza, in atto soprattutto nelle squadre del capoluogo, ma anche per l’utilizzo obbligato di molti classe 2009 (fascia B), che diventeranno sicuramente l’ago della bilancia del torneo. In tal senso, la prima fila delle pretendenti, si trova in questa stagione davvero affollata, ed il che potrebbe portare all’alloro dopo tante stagioni, una squadra inedita rispetto ai palmares tradizionali.

In questo senso non possiamo non annoverare appunto tra le papabili pretendenti, la Franco Selvaggi di Luca Selvaggi, con una formazione titolare in questa stagione, assai simile a quella che nella passata stagione, con apporto già di molti 2008 e qualche 2009, già ben figurò nel girone B del torneo. Un’ossatura solida quindi, in cui spiccano i difensori Larato ed A. Angelino, con Di Lena e Cappiello a registrare la mediana, e con il temibile tridente offensivo D. Angelino, Martinez e D’Onofrio. Insomma un team, che a consolidamento difensivo (rispetto all’anno passato), farà paura a tutti.

Staziona in prima fila, anche l’Hellas Vulture di Stia, che sebbene la rosa possa aver perso qualcosa in termini di spessore fisico, acquisisce in termini di tasso tecnico, e soprattutto vanta un organico, con frecce nell’arco in dotazione già nella passata stagione, quali il centrale difensivo Carriero, il centrocampista Lamorte e la punta Bagarozza, anche se la squadra farebbe il vero e imperioso salto di qualità, nel caso ci dovesse essere di derivazione Melfi (squadra che non disputerà i regionali), l’arrivo di elementi top della categoria, quali i 2008 Gala e Depietra.

Discorso a parte è quello per le compagini potentine di Lykos ed Asso Potenza. La squadra di Russo, vicecampionessa con i classe 2008 già nella passata stagione, penalizzata da un lato dalla fuoriuscita di giocatori che potevano davvero portarla ai favori esclusivi del pronostico, con la perdita delle sue cinque emergenze, quali Sofia, Palermo, Giuseffi, Latronico e Rufrano (gli ultimi quattro al Potenza), e quindi sulla base dei 2008 rimanenti (Gorga, Telesca, Corleto, Savino, ecc.), ha comunque ben ricostruito il gruppo facendo capo a classi 2009 di ottima prospettiva, quali il centrale Colangelo, o le punte Stefanile e Calabrese.

Non esce dal pronostico di contendente finale, nemmeno l’Asso Potenza, probabilmente guidata da Uva, che nonostante il paventato passaggio di Cammarota e Garramone al Potenza, dovrebbe tenere i suoi gioiellini 2009 come An. Ciufo e l’esterno Summa nel gruppo, che insieme al portiere Al. Ciufo ed al fantasista Pace, garantiranno un’intelaiatura di primo livello, che in caso di tenuta del nuovo reparto difensivo, potrebbe portare la squadra comunque verso le vette più alte.

Nella grande incertezza e nell’equilibrio stagionale d’altronde, potrebbero comunque sempre inserirsi, le altre compagini del materano. Prima fila molto probabilmente, nell’equilibrio totale di questa stagione, anche per il Real Metapontino di Stigliano, che da certezze della passata stagione, quali il portiere Bernardo, Farina, il difensore Guerra e la mezzapunta Digno, aggiungerà anche i nuovi arrivi, con l’ottimo esterno Lobarco e la mezzala Pucciarello, che potrebbero entrambi imporsi in questa nuova stagione.

Il Matheola inoltre, ammiraglia del gruppo MSA in questa categoria, avrà un organico meno ambizioso della schiacciasassi Invicta della passata stagione, con Fiore, giocatore emergente nel gruppo ’08 già retrocesso col Matheola dello scorso anno, anche se si prevedono rinforzi “convincenti” quali il ferrandinese Morelli e il pugliese Pietricola in mediana. Per una squadra quindi, comunque  da seguire, ed alla prima di campionato, con il derby materano Matheola – Real Metapontino, scopriremo qualche altarino in più.

Ottimi outsiders del torneo infine, saranno l’Academy Policoro di Tortorelli, in cui desta molta curiosità l’esordio del fantasioso Mancino, Under 15 di cui si parla già un gran bene, oltre all’interesse destato dall’arrivo del nuovo allenatore, alla prima esperienza ufficiale in un campionato regionale lucano. Altra squadra che potrebbe creare rogne a tutti, sembra anche la Pgs Don Bosco di Condelli, e non tanto per due giocatori tra i migliori nel proprio ruolo, ovvero il portiere Franco e il fantasista Romano, quanto per la ristrutturazione dello staff, operata dalla società salesiana, in cui gli apporti dei nuovi, ovvero del Prep. Atletico Trupa, del DT Telesca e del dirigente Berillo, e del tecnico scuola calcio Angelucci, sembrano davvero poter far cambiare aspetto al club potentino.

 

 

Lascia un commento